Politica di qualità ambiente e sicurezza

OBIETTIVI

La FININC S.p.A. quale azienda privata operante nel settore dei servizi di holding si propone il primario e
fondamentale obiettivo di mantenere e possibilmente incrementare il proprio fatturato medio annuo con un plausibile
margine utile di impresa.
Nell’attuale periodo caratterizzato da una concorrenza molto spinta ed agguerrita e dalla crisi economica in atto, tale
obiettivo risulta perseguibile solo mediante un’attenta ed oculata gestione delle risorse e della organizzazione
aziendale, con costante e puntiglioso controllo e pianificazione dei costi di gestione e uno scrupoloso rispetto di tutti i
parametri e le caratteristiche qualitative del “prodotto” richiesto dal CdA di Holding.
Incrementare la propria competitività significa operare nel totale rispetto di tutte le norme legislative vigenti,
producendo un servizio del più elevato livello qualitativo in grado di soddisfare pienamente gli standard, la
pianificazione, il controllo e le prescrizioni delle aziende controllate e del CdA di Holding”.
È pertanto necessaria una concreta strategia aziendale che miri a porre la FININC ad un livello di eccellenza nei
servizi offerti, con una costante attenzione al miglioramento della professionalità dei dipendenti e quindi della propria
capacità produttiva, sia in termini qualitativi sia in termini di competitività economica dei costi, realizzando le attività
e tutelando nel contempo il territorio e l’ambiente.
FININC S.p.A. ritiene inoltre di fondamentale importanza poter realizzare il proprio prodotto mirando ad adottare
prassi e obiettivi che tendono al costante miglioramento dell’efficienza e del livello di sicurezza, sia nei confronti del
personale, che delle attività e dei fornitori, in modo da ottemperare ai requisiti sulle forniture in tutti i settori e attività
inerenti prodotti e processi conformi a leggi, specifiche, ordini, protocolli.

STRUMENTI

FININC S.p.A. ha scelto di perseguire tali obiettivi con il supporto di metodologie e strumenti integrati in un Sistema
di Gestione per la Qualità conforme alla Norma UNI EN ISO 9001:2015 un Sistema di Gestione Ambientale
conforme alla Norma UNI EN ISO 14001:2015, e un Sistema di Gestione Sicurezza conforme allo standard UNI ISO
45001:2018. L’applicazione delle prescrizioni delle norme citate serve per dare una struttura organizzata efficace ed
efficiente alle attività aziendali, che consenta di fornire al Cliente un servizio che soddisfi le sue aspettative espresse
ed inespresse e che consenta a FININC di identificare gli aspetti ambientali legati alle proprie attività, anche in termini
di prodotti e servizi.
Una accurata gestione delle risorse umane con strategia di motivazione, formazione, addestramento
e consapevolezza sono le leve fondamentali per accrescere la competenza del personale e la cultura della qualità
nonché operare in un clima di fattiva cooperazione tra tutte le Funzioni aziendali.
Il Datore di Lavoro ha l’autorità e la responsabilità, di sospendere ogni attività o processo che comprometta la salute e
la sicurezza dei lavoratori; il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ha l’autorità e la responsabilità di effettuare le azioni ispettive, di sorvegliare e verificare l’attuazione e l’efficacia del Sistema di Sicurezza, di adottare
le misure di prevenzione e protezione; inoltre informa il Datore di Lavoro ed il RLS sullo stato del Sistema Sicurezza
e sui provvedimenti adottati per assicurarne l’osservanza.
Il Datore di Lavoro ne verifica costantemente e periodicamente l’operato.

IMPEGNO DELLA DIREZIONE

La Direzione aziendale s’impegna a perseguire gli obiettivi enunciati adottando gli strumenti previsti dal Sistema di
Gestione integrato sulle tematiche di qualità, ambiente e sicurezza.
FININC ritiene che l’impegno nei confronti della tutela della sicurezza e salute dei lavoratori sia di fondamentale
importanza e pertanto confida nella collaborazione di tutti al fine di ottenere una corretta gestione di tutte le proprie
attività e processi.
La Direzione della FININC S.p.A. s’impegna a perseguire gli obiettivi enunciati adottando gli strumenti previsti dal
Sistema di Gestione integrato ed in particolare a:

  • Predisporre la Politica, riesaminarla periodicamente per accertare la sua continua idoneità ed aggiornarla in
    coerenza con gli obiettivi e le strategie aziendali;
  • Garantire che la Politica sia diffusa, compresa ed attuata a tutti i livelli;
  • Elaborare il Sistema di Gestione, strutturato secondo un approccio per processi ed il risk-based thinking, integrato
    nei processi di business dell’Organizzazione, aggiornato annualmente in occasione del Riesame di Direzione;
  • Verificare periodicamente l’efficacia del Sistema di Gestione, promuovendo azioni di miglioramento
    atte ad incrementare il livello qualitativo dei servizi e della soddisfazione del Cliente;
  • Garantire il rispetto della Legislazione, Normative e Regolamenti vigenti e le altre prescrizioni sottoscritte
    dall’organizzazione e ove la stessa legislazione risultasse carente o inesistente, osservare le proprie regole interne
    nei confronti della tutela ambientale;
  • Migliorare nel continuo il programma di formazione e sensibilizzazione di tutto il personale alla problematica
    Ambientale per aumentarne la consapevolezza e dotarsi delle risorse, umane e strutturali, necessarie per
    l’attuazione il mantenimento del sistema di gestione ambientale;
  • Promuovere verso i propri fornitori adeguate misure di tutela ambientale;
  • Migliorare l’efficienza dei propri processi minimizzando, coerentemente con le esigenze aziendali, il consumo dei
    materiali e delle risorse energetiche, la produzione di rifiuti, gli impatti generati dalle attività di ufficio sugli
    ecosistemi;
  • Sensibilizzare non solo i componenti dell’azienda, ma anche i clienti e i fornitori alle problematiche ambientali,
    diffondendo la politica ambientale fra le proprie parti interessate;
  • Integrare le problematiche ambientali all’interno delle normali attività decisionali e gestionali.
  • Ridurre il numero degli infortuni e malattie professionali, anche attraverso il controllo dei parametri che risultino
    indicatori di tendenza;
  • Valutare sistematicamente i rischi per la salute e la sicurezza impegnandosi, in relazione alle conoscenze acquisite
    in base al progresso tecnico, alla eliminazione dei rischi o alla loro riduzione alla fonte già in fase di
    progettazione;
  • Programmare le attività di prevenzione coerentemente alle condizioni tecniche produttive ed organizzative;
  • Rispettare i principi ergonomici nella concezione dei posti di lavoro, nella scelta delle attrezzature e nella
    definizione dei metodi di lavoro, anche per attenuare il lavoro monotono e quello ripetitivo;
  • Assegnare priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
  • Limitare al minimo il numero dei lavoratori che sono, o che possono essere, esposti al rischio;
  • Gestire il controllo sanitario dei lavoratori;
  • mantenere efficienti ed efficaci le misure igieniche e garantire la regolare manutenzione di ambienti, attrezzature,
    macchine ed impianti, con particolare riguardo ai dispositivi di sicurezza in conformità alla indicazione dei
    fabbricanti;
  • mantenere efficienti ed efficaci le misure di emergenza da attuare in caso di pronto soccorso, di lotta antincendio,
    di evacuazione e di pericolo grave e immediato;
  • accrescere la sensibilità dei lavoratori e dei loro rappresentanti, attuando programmi di sensibilizzazione,
    informazione e formazione rivolti a tutto il personale;
  • coinvolgere i fornitori al fine di garantire l’attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi, in caso
    di affidamento dei lavori all’interno delle unità produttive.

Sono stati definiti opportuni indicatori per tenere sotto controlli i processi aziendali, tali indicatori sono disponibili in
allegato alla presente politica.
Il Responsabile della Funzione “Compliance e Sistemi di Gestione”, ha il compito e la piena autorità di assicurare il
rispetto di quanto sopra enunciato.

Torino, 07/10/2020

L’Amministratore Delegato